Pagine

venerdì 29 marzo 2013

Pardulas di ricotta o ricottelle


Le pardulas di ricotta o ricottelle come si chiamano a Sassari, sono i dolci della Sardegna tipici della Pasqua.
Il sapore delicato della ricotta e il profumo degli agrumi (arancia e limone ) racchiusi in una sottile sfoglia di pasta "violata"  fanno di questo dolce uno dei più delicati ed apprezzati della Sardegna.
Io adoro questo dolce che mi ricorda le feste e l'infanzia e consiglio anche a chi non l'ha mai assaggiato di approffittare della ricotta buona presente in questo periodo, per poterle fare a casa!!!
Con questa ricetta voglio augurare a tutti voi che passate di qui   
UNA BUONA E SERENA PASQUA
La ricetta è di Pinella di coquinaria


Ripieno
1 kg. di ricotta  preferibilmente mista di pecora e mucca
250 gr. di zucchero
3 tuorli
1 scorza arancia  grattugiata  (anche 2 se piace)
1 scorza limone grattugiata
vaniglia
1 o 2 bustine di zafferano (io ne ho messo 1)

Pasta:
250 g. semola rimacinata
acqua q.b. con un pizz. di sale
1 cucchiaino di zucchero
50 g. circa di strutto

Scolare la ricotta dal siero e coprirla con un canovaccio e far riposare in frigo almeno 5/6 h.

Preparare la pasta lavorando la semola con lo strutto, l'acqua tiepida in cui avremmo aggiunto un pizzico di sale, lo zucchero, fino ad ottenere un impasto liscio e abbastanza sodo; oppure mettere tutti gli ingredienti nell'impastatrice e lavorare per 10 minuti., trasferire la pasta sulla spianatoia e lavorarla altri 5 min. a mano.
Coprire l'impasto con carta trasparente e lasciarla riposare per almeno 1 h.

Per il ripieno: setacciare la ricotta e aggiungere lo zucchero,  le uova,  la scorza degli agrumi e lo zafferano
Riprendere la pasta e con l’aiuto della macchinetta stendipasta preparare una sfoglia sottile (io ho utilizzato la terzultima tacca) e con un taglia pasta ricavare tanti dischetti del diam. di 6 cm.



Preparare le palline di ripieno (circa 35-40 gr.)

Mettere al centro di ciascun dischetto una pallina di ripieno, quindi sollevare i bordi pizzicandoli in 8 punte (si possono fare anche con 4 o 5 ma la versione originale prevede 8 punte).

 Sistemare le pardulas in una teglia foderata con carta forno e cuocere in forno già caldo a 180° per 30/40 minuti.

Togliere dal forno e una volta raffreddate spolverizzare con lo zucchero a velo.

6 commenti:

Daniela ha detto...

Non li ho mai mangiati, ma devono essere buonissimi :)
Tanti tanti auguri di Buona Pasqua

Simona ha detto...

Non li ho assaggiati quando andai in Sardegna... mannaggia sembrano ottimi!!

Un bacione e Buona Pasqua

S.

Eleonora ha detto...

Una volta gli assaggiati buonissimi!!Mi sono unita ai tuoi lettori ciao Eleonora

A.L.M. ha detto...



Ciao io sono Ana Fooduel.com. Si tratta di un sito in cui gli utenti votare le ricette
1-10.

C'è una classifica delle migliori ricette e un profilo con le vostre ricette ritenute. Ogni ricetta ha un link al blog che fa la ricetta. In questo modo si ottiene il traffico al tuo blog

E 'facile, veloce e divertente. Le ricette migliori foto saranno qui.

Vi invito a partecipare, aggiungi il tuo blog e caricare una ricetta con una bella foto.

Ci piacerebbe che partecipare con qualche ricetta come this.Look Amazing!

saluti

http://www.Fooduel.com

Francesca Murenu ha detto...

Adoriamo le pardule, ma non le abbiamo mai fatte pur essend sarde :) le proveremo di sicuro, sembrano ottime!se ti va passa a trovarci
http://mammaefigliaaifornelli.blogspot.it/

ristorante brescia ha detto...

Questo piatto è molto gustoso. Io non faccio queste cose, ma solo indulgere in ristorante