Pagine

mercoledì 31 ottobre 2012

Paella di pesce o de marisco

La paella è uno di quei piatti che per tanto tempo mi sono limitata a mangiare fuori casa o ad ammirare sulle foto di riviste o su internet.
Un po' perchè mi mancava la famosa "paellera" e un po' perchè mi sembra troppo elaborata da preparare; invece è sicuramente un po' lunga da preparare, ma se ci si organizza in anticipo è un piatto fattibilissimo e soprattutto dà molte soddisfazioni.
Io di solito faccio quella di pesce perchè in casa amiamo di più il pesce, io vi consiglio di provarla senza farvi intimidire dalla lunghezza della ricetta.
Alla mia versione si possono aggiungere peperoni ( ma non tutti li digeriscono....quindi non li ho messi) ma soprattutto i piselli che però non piacciono a mio figlio e quindi non li ho messi....ma ci starebbero bene.
E' un ottimo primo piatto, provatelo e fatemi sapere ;)

   
Ingredienti

1/2 cipolla abbondante
1 spicchio aglio
350 g. calamari o calamaretti
200g. seppioline
400 g. cozze
400 g. vongole
250 g. rana pescatrice o se non la trovate altro tipo di pesce:nasello, merluzzo etc
 1,2 lt.  di brodo di pesce disidratato
  10 gamberoni
 150/200 g. code di gamberi o mazzancolle
  Olio di oliva extravergine q.b.
  1/2 cucchiaino paprika
  1 puntina di peperoncino 
 120 ml passata di pomodoro
 400 gr riso arborio
  2 bustine zafferano
opzionabili : 50/100 g. piselli (a seconda dei gusti)


Preparazione:

Pulire e lavare i calamari  e tagliali a rondelle, conservare al fresco fino al momento do utilizzarli..

 Lavare le cozze e le vongole e farle aprire in una padella  ampia con uno spicchio d'aglio, olio e vino bianco coprirele con un coperchio in modo che rilascino il loro liquido.
 Filtrare il l liquido e pesarlo perchè andrà sottratto dal brodo di pesce: esempio, se il liquido dei molluschi è 100.g. metteremo solo 1,1lt  di brodo di pesce e non 1,2 lt.

Tagliare a cubetti la rana pescatrice e rosolatela con un paio di cucchiai d'olio in una padellina e salarla.

In un'altra padella far rosolare in 3 cucchiai d'olio i gamberoni e le code di gambero per 2/3 minuti per parte fino ad essere leggermente dorati.

Nella paellera soffriggere la cipolla tagliata finemente con l'aglio e 3 cucchiai d'olio, unire i calamari e le seppioline e far insaporire per qualche minuto.

Ora unire il riso e farlo tostare, poi bagnarlo con metà del brodo di pesce bollente precedentemente preparato e il liquido dei molluschi.

Quindi aggiungere lo zafferano, la paprika e un pizzico di peperoncino.

Unire la passata di pomodoro e il restante brodo, mescolare bene, perchè da questo momento la paella non si tocca più, volendo a questo punto si possono aggiungere anche i piselli, precedentemente sbollentati.

Far cuocere a fuoco vivace per i primi 7-8 minuti e poi abbassare la fiamma e proseguire la cottura a fuoco medio per altri 10 minuti.

A 5 minuti dalla fine cottura unite i gamberoni, le code di gambero e disporli in maniera piacevole nella paellera.

A 2 minuti dalla fine della cottura aggiungere le cozze, le vongole e la rana pescatrice.

Far riposare un paio di minuti prima di portare a tavola.

Cospargere con prezzemolo e servire.





3 commenti:

I manicaretti di Annarè ha detto...

Mamma mia che bell'aspetto e sono sicurissima che è anche buona!!Brava e complimenti per il blog.

la bottega dei sensi ha detto...

copio subito la ricetta,anch'io ho sempre mangiato la paella al ristorante,ma a giudicare dalle tue foto..il risultato è ottimo

Cuoco Nudo ha detto...

Grazie Luciana, splendida Paella e preziosi consigli. Ne farò tesoro.