Pagine

lunedì 8 marzo 2010

Angel food cake

Ancora una volta inizio il post, scusandomi per la mia assenza, ma purtoppo questa settimana non sono riuscita a stare al pc. a causa della cervicale, che mi ha messo letteralmente k.o......ma quando passerà questo freddo che fa sentire più intensamente gli acciacchi???? Maaaa speriamo al più presto ;)
Oggi per consolarmi un po' ho sfornato questo dolce, è tipico americano,  ha poche calorie, è privo di colesterolo è utilissimo per smaltire gli albumi, che non si sa ma come riciclare, è abbastanza veloce da fare ma è anche buonissimo e soprattutto leggerissimo.
La ricetta è di Francesca Altieri.

Ingredienti:
6 albumi d'uovo
3/4  cucchiaino di cremor di tartaro
130  gr. di zucchero suddivisi in 80 g. + 50  (nella versione originale 175  suddivisi in 100 e 75 g),
3/4 cucchiaino di estratto di vaniglia
1/2 cucchiaino di aroma di mandorle (facoltativo)
75 gr. di farina per dolci (setacciata)
1 pizzico di sale
 Panna montata
frutta  fresca o salse alla frutta
Preparazione:
In una ciotola montare con uno sbattitore elettrico,  gli albumi, a neve ferma, con un pizzico di sale ed il cremor tartaro.
Aggiungere gli 80 g. di zucchero, mettendone due cucchiaiate alla volta, per consentire allo zucchero di incorporarsi e sciogliersi meglio, continuare a lavorare, finchè lo zucchero è sciolto.
Aggiungere la vaniglia ed eventualmente l'aroma alla mandorla, se si vuole si può aromatizzare anche con scorza di limone, arancia etc.
Setacciare la farina con i rimanenti 50 g. di zucchero ed incorporarli lentamente al composto.
Versare in uno stampo da ciambella, possibilemte con apertura a cerniera, e livellare il composto.
Infornare a 180° per circa 30-40 minuti.
Il dolce è cotto quando la superficie si presenta dorata, e se premendo con un dito la superficie, dovrebbe respingerlo, come una spugna.
Capovolgere sul collo di una bottiglia e far raffreddare il dolce così capovolto per almeno un'ora.
Sformare il dolce e guarnire a piacere con frutta fresca e panna oppure con salse alla frutta e panna o come si desidera.
Per la versione al cioccolato: si riduce la farina a 50 g. e si aggiunge 25 g. cacao amaro e non si mette l'aroma alla mandorla ed eventulamete si aggiunge più vaniglia, a piacere si può aggiungere 40 g. cioccolato fondente tritato.
Per la versione al caffè: aggiungere immediatamente con lo zucchero, il sale ed il cremor tartaro,  2 cucchiai di caffè solubile possibilmente in polvere sottile, atrimenti rischia di non sciogliersi.

 Se si hanno tanti albumi si può fare la doppia dose, possibilmente in uno stampo alto e adeguato per l'angel food cake, che sarebbe lo stampo americano con il fondo removibile.
Non si deve imburrare lo stampo, prima della preparazione!

Buona festa della donna a tutte voi :)

20 commenti:

Mary ha detto...

Questa è una torta che non ho mai provata , ti è venuta benissima e si vede che è molto soffice , prendo nota della ricetta! Auguri!

Micaela ha detto...

non ho mai provato questo dolce pur avendone sentito parlare spesso!!! mi incuriosisce! un bacione.

Claudia ha detto...

Deve essere molto soffice!!!! :-) smackkk ed auguri per oggi!!!

Ale ha detto...

anche io come michela ho letto più volte di questo dolce, devo decidermi ! grazie

Luciana ha detto...

Ciao cara, davvero troppo buona e bella, così sofficiosa!!!...brava...bacioni

Betty ha detto...

guarda, lasciamo stare! io sto soffrendo terribilmente con la schiena, che dolori!!!!
complimenti per angel cake davvero deliziosa ;-)
buona settimana.

terry ha detto...

Pensa che quest'estate ho pure comprato lo stampo da ciambellone alto...proprio perchè ho voglia di far sto dolce...ma poi tra una cosa ed un'altra rimando...insomma... non ho scuse, devo provvedere!:)
complimenti, il tuo sembra sofficissimo!:)

soleluna ha detto...

Buona settimana! mi spiace che la cervicale non ti permetta di stare bene...speriamo che questo freddo passi velocemente...buonissima questa torta ma il cremor di tartaro dove lo compri? Ciao Luisa

unika ha detto...

hai ragione...questo freddo ci sta stendendo tutti....speriamo passi presto...complimenti per la ciambella:-) un bacio
Annamaria

isabella ha detto...

Ecco vedi ho compertato lo stampo e non mi sono avventurata nella preparazione, lo so che con i sei tuorli poi mi scappa il tiramisù ....

FairySkull ha detto...

è uno spettacolo ;-)

chabb ha detto...

Meglio non parlare di cervicale e concentrarci bene su questa meraviglia di torta, mi pare un ottimo modo per smaltire gli albumi e deliziare il palato!!
Baci

Elisa ha detto...

una nuvola di sofficità!!
Elisa

Francesca ha detto...

Una meraviglia, questa torta.. delicata... Brava!!
Intanto però, ti invito a passare da me per unirti ai festeggiamenti sul mio blog, ti aspetto:
www.pentoleeallegria.blogspot.com
Franci

Maurina ha detto...

Luciana, come vanno oggi gli acciacchi? Un po' meglio spero .... Una bellissima torta, mi piace la sua semplicita'...

tittina ha detto...

come stai ora va meglio? ne so qualcosa anch'io dei disturbi che da la cervicale..bellissima questa ciambella!!ne ho sentito parlare ma mai fatta,un bacione Tittina

Fimère ha detto...

un délicieux gâteau des anges, bravo
bonne soirée

Luciana ha detto...

@ Per tutte: vorrei ringraziare tutte voi per la vostra presenza qui e per l'affetto che mi dimostrate...siete davvero molto carine; la cericale va un po' meglio, anche se ancora non sto bene del tutto :(
Grazie ancora e buona domenica :) bacioni!!!

Onde99 ha detto...

Non l'ho mai fatto, ma sembra morbidissimo! Il sistema di raffreddamento somiglia tanto a quello della torta chiffon, quindi, dato che in quel caso lo si utilizza per preservarne l'ariosità, presumo che la consistenza sia la stessa: splendida!!!

Vale ha detto...

stupenda anche questa ciambella... metto il tuo blog tra quelli che seguo! a presto
Vale