Pagine

venerdì 12 settembre 2008

Due ricette per la crostata a corona

Era da tempo che pensavo di fare questa crostata a corona, mi piace l'idea di una crostata presentata in maniera diversa, l'anno scorso era un tormentone e io l'avevo nella lunga lista delle ricette da fare, ma non l'avevo ancora provata ora finalmente mi sono decisa e ne ho provato addirittura 2 diverse; per entrambe le corone ho usato metà dose!
Ho deciso di iniziare con quella di Cameron di cookaround.
Mi è piaciuta, è buona però non l'ho trovata proprio "frollosa", friabile, come la crostata dovrebbe essere, rimane morbida: è pur vero che la presenza di burro non è elevata.
E' sicuramente buona, e da prendere in considerazione nei periodi in cui si vuole stare attenti alla linea e al colesterolo, però non è una frolla come piace a me! (che per una volta mi piacesse qualcosa "light")!
Questa è la prima ricetta che ho provato:
Ingredienti:
500 g.di farina
75 g. di burro
2 uova
2 cucchiaini di lievito
100 g. di latte
4 cucchiai di zucchero
scorza di limone
Impastare i vari ingredienti come per una frolla.
Far riposare in frigo 30' poi stenderla in un rettangolo di 35cmx35.
Velare con della marmellata di albicocche, fragole e amaretti sbriciolati, prugne, lamponi o come si preferisce!
Arrotolare la crostata formando un salame, come si arrotola il rotolo di pan di spagna.
Far riposare in frigo ancora un'oretta, poi tagliare con un coltello affilato a fette di circa 2 cm di spessore. Ungere ed infarinare uno stampo di 26 cm e disporre le fette in cerchio abbastanza sovrapposte.
Infornare a 180°C per circa 30 minuti.

Poi ho cambiato la frolla e ho usato la frolla di Pinella, purtroppo la foto non rende giustizia, ma sicuramente la frolla era più friabile, più gustosa!

Ingredienti:
500 g. di farina
16 g. di lievito
250 g. di burro
250 g. di zucchero
1 uovo intero
2 rossi
scorza di limone grattugiata
Preparare la frolla con tutti gli ingredienti, farla riposare, poi si procede come spiegato in precedenza, il lievito in questa ricetta è indispensabile per far crescere in altezza.







7 commenti:

Micaela ha detto...

che fame che fame che fameeee!!!

soleluna ha detto...

Non ti preoccupare per il ritardo...ben toranta nel mondo del blog e come sempre posti ricette favolose.....ti credo che la seconda era più friabile c'era il giusto rapporto farina burro....ciao

Anonimo ha detto...

deve essere proprio buona. la ricetta mi convince proprio. la proverò per la mia campionessa. buona notte, CookingMama
http://cookingmama.myblog.it

barbara ha detto...

Ciao Luciana,
rieccomi qui. Sono tornata con la prima ricettina, eh, eh, eh...
Questa tua ricetta deve essere sluuuurpppp!
Un abbraccio e buon WE.
Bab

Tittina ha detto...

ciao Luciana,la crostata a corona è meravigliosa,sicuramente voglio provare a farla.. buona domenica
http://tittina.wordpress.com/

LUCIANA ha detto...

@ Ciao Micaela :-))

@ Soleluna: hai ragione la seconda avendo più burro è sicuramente più buona ;-) Grazie a presto!

@ Cookingmama: provala è buona e si presenta diversamente dalla solita crostata!

@Ciao Barbara: bentornata :-))

@ Ciao Tittina è un piacere che tu sia qui, provala ti piacerà!
Salutami l'Abruzzo, che ho avuto il piacere di visitare quest'estate, e mi è rimasto nel cuore!

Buona domenica a tutte, baci :-)

isabella ha detto...

io ho cominciato ad usare quella che poi ho usato per la torta al rabarbaro, aggiungo circa 60 gr di preparato per crema pasticcera in polvere